Seleziona una pagina

Si tratta di un triplice salto per complessivi 315 metri, il più alto d’Italia e il secondo in
Europa.
Nel 1931, nel luogo in cui sorgeva un piccolo lago naturale, venne edificata una diga per la
produzione di energia elettrica che interruppe il corso del fiume. Nel ’69 la diga aprì le
barriere per far rivivere la bellezza delle cascate. Da allora, in accordo con ENEL, l’evento è
ripetuto diverse volte lungo ogni stagione estiva.

www.turismovalbondione.it